“La gente si comporta

come se non fosse viva.

Non è da vivi

camminare per strada

senza la passione del guardare.

Non è da vivi

stare seduti a litigare

col proprio ronzio.

E poi che brutta cosa sciupare

la salute, ogni attimo senza malattia

andrebbe festeggiato coi vicini.

Ho capito che molti

hanno deciso di vivere da moribondi,

a questo punto l’ho capito.

Allora mi rivolgo solo ai vivi:

esultate per la cena,

per il sonno,

per l’abbraccio, cantate

al telefono e per strada,

cantate ogni parola

e ogni silenzio:

dove siete voi

nessuno si può permettere

di trascurare la gioia.”

F. Arminio