Cerca

Qui e allora?

Non esiste un uomo che non abbia bisogno di raccontarsi. Leggermente spaesato.

Autore

RifugiatoPoetico

Preferisco immaginare piuttosto che ricordare .

Abitarsi

«Nasciamo, per così dire, provvisoriamente, da qualche parte; soltanto a poco a poco andiamo componendo in noi il luogo della nostra origine, per nascervi dopo, e ogni giorno più definitivamente.»

Rainer Maria Rilke,

Annunci

Intrattenimento da cosa

entertainment ? capiamolo.

Intrattenimento. da cosa ? con cosa.  Facciamo la pace e la guerra ma per favore cerchiamo quel di più che ognuno di noi ha , e’.  Oltre i sogni e l’immaginazione attiva ( e altro..) un esercizio simpatico.

Esercizi. Il blues

Scrivere fa rivivere. Vivere fa scrivere. si crea un eco e li le cose succedono. Piccolo inciso.

Ieri finalmente. Un uomo illuminante. Sottolineo un uomo,
che nella musica ha trovato la sua luce che come dice ha i riflessi del blu.

Che significa? può accadere per ‘caso’ o cercarlo ma te ne accorgi se il momento, è il tuo.
come sentire una energia libera che arriva da dove sei disposta a sentirla. Una occasione di fare succedere qualcosa dentro che può cambiarti il passo.

La musica che guariva ritorna a fare quello che a sempre saputo fare. Grazie Corey Harris interprete e uomo, illuminante.

Un pensiero per chi cerca vita ovunque. 😅

Spiagge Soul Festival thanks.
Agitato Live Music-Ideas-Network a presto.
#intrattenimentodacosa?

 

Eros è vivo

Mi piace molto questo articolo letto oggi,

L’AMORE ACCADE QUANDO NOI CI TOGLIAMO DI MEZZO

Serena Santorelli scrive: “Non chiederti mai perché sei stata illlusa. Chiediti, piuttosto, perché ti sei lasciata illudere.”

Ogni volta che restiamo “delusi” dall’altro significa che abbiamo alimentato delle aspettative inconsce. Abbiamo sostituito il “reale” con “l’ideale”.

Lo chiamiamo amore ma non è altro che attaccamento, possesso, istinto biologico.

Mentre per un bambino l’attaccamento è sano perché ha bisogno di essere dipendente dell’altro per sopravvivere da adulti l’altro non è più necessario alla nostra sopravvivenza ma diventa spesso lo specchio in cui proiettiamo le nostre aspettative, illusioni, idee distorte sull’amore chiedendo all’altro di soddisfare i bisogni affettivi che i nostri genitori non sono stati in grado di soddisfare.

Noi proiettiamo negli altri l’immagine di padre e di madre.

Ma la brutta notizia è che nessuno potrà colmare quel vuoto a parte noi stessi… perché se siamo vuoti non possiamo dare nulla e se non abbiamo nulla da dare chiediamo agli altri di riempire quel vuoto.

L’amore invece, che sfugge a ogni definizione, non si aspetta nulla in cambio perché il suo esistere si dispiega nel suo incessante darsi a vicenda nella relazione fino a quando questo donare ci regala felicità.

Non amiamo l’altro per quello che fa o non fa ma lo amiamo per quello che è.

Nel momento in cui iniziamo a non essere più felici è perché abbiamo permesso alla mente condizionata, con i suoi giochi di potere, di entrare nella relazione e assumere il controllo e continuiamo a stare in una relazione per riscuotere un “risarcimento” che non arriverà mai.

La vita, invece, che ne sa più di noi non ci da quello che “pretendiamo” ma quello che noi stessi inconsciamente e ingenuamente “creiamo” per prendere coscienza di chi siamo e di cosa vogliamo.

Non sapendo fidarci di noi stessi o dell’esistenza mettiamo delle condizioni all’amore stesso chiamando il sesso, il bisogno, la dipendenza “amore”. Questa è una bestemmia nei confronti di Eros che sa sempre dove inviare le sue frecce. L’amore, nei panni di Eros, non è un’idea personale ma è un’immagine collettiva, un dio, un mito, un archetipo.

E poi ci domandiamo perché i nostri rapporti non funzionano… Voi vorreste essere al mondo per soddisfare le aspettative e le illusioni dell’altro? Vorreste essere costretti ad essere come l’altro vi vuole? Ad Eros non piacciono i ricatti. Eros e’ gioia.

il potere di adesso

Ogni essere umano emana uno
specifico campo energetico
corrispondente al proprio stato
interiore e la maggior parte delle
persone può percepirlo, magari solo
a un livello subliminale. In altre parole:
nonostante costoro non si rendano
conto di quello che stanno percependo,
questa percezione influenza grandemente
i loro sentimenti e le loro reazioni verso la
persona con cui vengono in contatto.
Molta gente ha una chiara consapevolezza
di ciò quando fa la conoscenza di qualcuno,
ancora prima di qualunque scambio verbale.

– Eckhart Tolle –

Il treno

guida.viaggiosoloandata.it/transiberiana-fai-da-te

Individuazione

Adesione incondizionata ai propri valori interiori

“Un musicista deve fare musica, un artista deve dipingere, un poeta deve scrivere, se vuole essere in pace con sé stesso. Ciò che un uomo può essere, deve essere. Deve essere fedele alla propria natura.”

Abrahm Maslow

Fotografare in silenzio

Paolo di Paolo e il mondo ritrovato
— Leggi su www.rivistastudio.com/paolo-di-paolo-maxxi/amp/

Siate vivi !

“La gente si comporta

come se non fosse viva.

Non è da vivi

camminare per strada

senza la passione del guardare.

Non è da vivi

stare seduti a litigare

col proprio ronzio.

E poi che brutta cosa sciupare

la salute, ogni attimo senza malattia

andrebbe festeggiato coi vicini.

Ho capito che molti

hanno deciso di vivere da moribondi,

a questo punto l’ho capito.

Allora mi rivolgo solo ai vivi:

esultate per la cena,

per il sonno,

per l’abbraccio, cantate

al telefono e per strada,

cantate ogni parola

e ogni silenzio:

dove siete voi

nessuno si può permettere

di trascurare la gioia.”

F. Arminio

Una canzone

SCOPO ALLA VITA!

All’opera miei giovani amici!

Mentre i Grandi preparano il suicidio dell’umanità

o si divertono a giocare alle bocce

nella stratosfera, la sconvolgente moltitudine

dei Poveri si sforza di sopravvivere amandosi.

È verso di loro che bisogna andare.

È per loro che bisogna combattere.

Sono loro che dobbiamo amare…

Cercate uno scopo alla vostra vita?

Mancano nel mondo tre milioni di medici:

diventate medici.

Più di un miliardo di esseri umani non sa

né leggere né scrivere:

diventate insegnanti.

Due uomini su tre non mangiano a sazietà:

diventate seminatori e fate sorgere dalle terre

incolte raccolti che li sazieranno.

I vostri fratelli hanno bisogno di voi:

in qualunque disciplina diventate molto

semplicemente, molto nobilmente degli «operai»:

Poiché ogni lavoro è nobile quando lo si appende

a una stella.

Diventate qualcuno per fare qualcosa.

Rifiutate di mettere la vostra vita

su un binario morto.

Ma rifiutate anche l’avventura in cui la parte

dell’orgoglio è più grande di quella del servizio.

Denunciate, ma per esaltare.

Contestate, ma per costruire.

Che perfino la vostra rivolta stessa e la sua collera,

siano amore!

Sono forti coloro che credono e che vogliono costruire.

Costruite la felicità degli altri.

Il domani avrà il vostro viso.

Il mondo sta diventando disumano:

siate uomini.

Blog su WordPress.com.

Su ↑

alemarcotti

io e la mia vita con la sclerosi multipla

Illuminazioni - Soluzioni - Guarigioni - Blog di Andrea Pangos

Tutto è già Illuminato - Risolto - Guarito

Memorabilia

Mille sono i modi di viaggiare, altrettanti quelli di raccontare.

Live music / ideas / network

Agenzia di produzione e promozione musicale, territoriale, sfacciatamente internazionale.

Nonprofit Blog di Elena Zanella

Il blog professionale per chi fa Fundraising in Italia.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: