Ricerca

Qui e allora?

Antropologo in una epoca di passaggio. È vero che non sei responsabile di quello che sei, ma sei responsabile di quello che fai di ciò che sei. Sto facendo del mio meglio per essere all’altezza di me stesso. Nessuno può farlo per me.Sto facendo del mio meglio per essere all’altezza di me stesso. Nessuno può farlo per me.

Categoria

Riflessioni

Coraggio

Sono al mare oggi.

Sono scappato da un appuntamento. Ho preso spazio.

Ho lasciato che la vita corresse dove voleva andare. Come un cagnolino senza guinzaglio.

Le cose succedono. Gli incontri accadono. Il vento ha le sue verità (grande Bob Dylan)

Ora. Il cuore è al centro di tutto

Anche in queste splendide parole

Si può diventare coraggiosi se non lo si è?

Coraggio, ricordare, accordare, concordare: in tutte queste parole il centro è cor, il cuore. Che io sappia, nessuno ne è sprovvisto. Quindi sì, chiunque può diventare coraggioso. Tutto sta nel cominciare a utilizzare il cuore senza farsi fregare dalla melassa fricchettona. Si diventa coraggiosi quando si comincia ad accettare integralmente la sfida del mondo, e si riconosce il cuore come una bussola che indica costantemente l’ignoto. E si diventa filosofi, scriveva Schopenhauer, quando si ha il coraggio di non nascondere nessuna domanda nel cuore.

Intervista a : Andrea Colamedici (Tlon) grazie

Liberisti con papà

Sarà una coincidenza ma ultimamente sto frequentando solo in certo tipo di persone.
I liberisti con papà .

Tillo, il mio cane, mi ha aperto gli occhi .

 

 

A loro Va tutto bene con lo Zen in borsetta si sentono artisti della vita.
Bene. Contenti loro contenti tutti.

Fedex con i communisti con il Rolex ci aveva visto giusto?

Grazie Davide Astolfi che leggo con ingordigia sui social e che oggi mi ha ispirato in questo post

Tutto qua. 

La politica nel senso alto del termine è come il rock and roll 🎸 

La filosofia con le sue domande sposta verso l’alto i bisogni dell’umani vivere.

La terra è madre e Dio è a tua immagine e somiglianza. 

La poliomielite è stata debellata e la ricerca non si deve fermare. La medicina di massa OGGI è un argomento da trattare con cautela e nessuna imposizione. 

Le parole oggi sono sorde, lo so, ma non queste. 

oggi Sento il bisogno di scriverle per il bisogno di voi.

Gramsci:
“Istruitevi, perché avremo bisogno di tutta la nostra intelligenza. Agitatevi, perché avremo bisogno di tutto il nostro entusiasmo. Organizzatevi, perché avremo bisogno di tutta la nostra forza.”

Lavori utili a chi 

Il rock è roll esiste è utile.

Scomparira il lavoro con la rivoluzione tecnologica? Si.  Il fax doveva soppiantare i postini? Anche, dico io.

Il lavoro utile non scomparirà. Utile a chi? È la domanda.

Esperienza creatività e relazione deve sostituire con classe e disinvoltura il famigerato schema

lavoro, casa e famiglia

È già un passo avanti.

Rifugiatevi in buone letture. Hanno più bisogno loro che noi noi di loro, credo 🙂

Figli e target 

Lo scrivo qui. 

In un volantino pubblicitario si nascondono involuzioni umane. 

Tra click emotivi diventati politica e socialità di massa con la valutazione nei conti del commercialista e bisogni “elettrizzati” di continuo, zombie con un bicchiere in mano. Una morte indotta. Test di laboratorio a cielo aperto con analisi postuma.

Consiglio il target  a Facebook 

Ecco oggi , leggevo. 

“Educatori per giocare a biglie sulla spiaggia. L’estate passala con noi!” 

Arrestatelo per favoreggiamento alla ignoranza. 

Chi scopre l’orrore… invii la sintesi a canale 5 con il titolo ” come ci si addestra all’infelicita” 

Al mare, di domenica, in romagna, 2017. 

Amo i rifugiati della spiaggia libera. 

Evviva i pigri 2.0

Che belle persone che conosco. Grazie Serena.

Un pigro è furbo. Per quanto tu possa sforzarti, non riuscirai mai a far lavorare un pigro più del dovuto. Un pigro ricerca costantemente il modo per non lavorare più di quanto strettamente necessario. Adottare la mentalità di un pigro per completare la tua to do list significa raggiungere i tuoi traguardi con lo sforzo minore.Un pigro è efficace. Un pigro cerca sempre di ottenere il massimo risultato con il minimo sforzo: come un gatto, un pigro concentra le energie necessarie per raggiungere il suo obiettivo in un lasso di tempo ristretto e poi torna ad oziare al sole.

Un pigro sa definire le priorità. Se un pigro è costretto a completare 100 attività, inizierà sempre dalle 3 che gli possono garantire l’outcome maggiore. Un pigro non spreca tempo con le attività di scarso rilievo: se costringete un pigro a lavorare andrà subito al sodo, impegnandosi sulle attività di maggiore impatto.

Un pigro conosce il valore del tempo. Non c’è cosa che infastidisce di più un pigro di chi approfitta del suo tempo; per questo motivo un pigro è un artista delle tecniche di gestione del tempo. Per un pigro ogni minuto di lavoro è unico e prezioso, ma soprattutto, ogni minuto di lavoro è un minuto rubato all’ozio.

Un pigro sceglie sempre il sentiero più breve. Di fronte all’inevitabile, un pigro sceglie sempre il sentiero più breve: un pigro non procrastina i propri doveri, perché sa che procrastinare i propri doveri significa procrastinare gli adorati momenti di piacere.

Un pigro conosce e sfrutta la leva. Archimede è il santo protettore dei pigri. Date ad un pigro una leva e solleverà il mondo… comodamente seduto sulla poltrona di casa. Che si tratti di sfruttare il potere della delega o di utilizzare la leva finanziaria, un pigro troverà sempre il modo per ottenere i risultati desiderati con il minimo impegno possibile… il suo naturalmente.

Accorgersi. 

Obbedienza, sottocutanea 

Hai deciso tu di sposarti con l’abito bianco ? Pensaci. 

Sei stato/a bene? 

… In pratica, quel che ti chiedo

è soltanto che ciò che ti piace ti piaccia per tutto il tempo che ti piacerà:

non un giorno di più, non un giorno di meno.

Gli ostacoli alla gioia, i veleni psichici che impediscono di sentirla vengono dall’obbligarti a trovare bello,

giusto, vero, desiderabile,

ciò che per te non è né bello né giusto né vero,

e che non desideri affatto.

Tu mi dirai: «Ma se faccio così, non potrò più obbedire a nessuno

di quelli a cui ho obbedito finora!»

E avrai perfettamente ragione.

(da LA DISOBBEDIENZA, Anima Edizioni)

Guerra spirituale 

Siamo guerra, cari miei. 

Una guerra silenziosa, spirituale. 

Un avversario invisibile, un cattivo  che si esprime con parole nuove, liquide, senza sangue. 

Spirituale, dicevamo. Cosa è lo spirito quando non è occupato dai santi ? 

Oggi una piccola luce. Igor Sibaldi è con noi come una sveglia mattutina o una notte liberatoria ci parla in una lingua che comprendo e condivido. 

“Il passato che non vuole passare 

è simile a un drago che aggredisce ogni giorno la nostra esistenza, 

pretendendo sacrifici umani 

– perché non può vivere, se non divora altre vite.

E l’io spesso obbedisce, quasi senza accorgersene: 

al drago di un vecchio amore che l’ha deluso 

dà da sbranare un amore nuovo;

al drago del cattivo rapporto della figlia col padre 

lei dà in pasto il marito; 

al drago di una sconfitta subìta in gioventù 
vengono sacrificate una dopo l’altra le occasioni di successo 

che la vita continua a produrre.

Così i draghi psichici prosperano, dominano.

Ma ogni volta che te ne accorgi vengono polverizzati, 

come i vampiri dalla luce del sole.

Poi bisogna solo guardar bene che non si riformino. 

Non ci vuole tanto”

Una sveltiva no? Sanvalentino ..

Innamoratevi delle persone come realmente sono e non come le vuole la vostra fantasia. Innamoratevi delle persone vere, con le loro fragilità, con i loro difetti, con gli errori che hanno commesso. Ed accettatele come sono. Non amate mai le persone col desiderio di cambiarle. Innamoratevi degli sguardi, delle carezze, delle tenerezze che queste persone vi possono dare. Solo così è amore vero che può durare. (A. Degas)
É finita questa giornata. Amen.

Grazie Pescolino (lei, la Cri) 

Blog su WordPress.com.

Su ↑

Блог красоты и здоровья от LiDea

О себе, о женщинах, об особенностях женского организма, об изменениях, связанных с возрастом. О красоте и здоровье, о том, чтобы сохранить их в условиях дефицита времени. О том, как сделать так, чтобы чувствовать себя королевой, чтобы окружающие видели её в вас.

Pianopiano forteforte

Taccuino di una mente affollata.

Mădălina lu' Cafanu

stay calm within the chaos

consciety.wordpress.com/

Il blog che ti racconta cosa c'è dietro a quello che indossi

Disobbedienze: culture digitali e tecnologia

Antropologo in una epoca di passaggio. È vero che non sei responsabile di quello che sei, ma sei responsabile di quello che fai di ciò che sei. Sto facendo del mio meglio per essere all’altezza di me stesso. Nessuno può farlo per me.Sto facendo del mio meglio per essere all’altezza di me stesso. Nessuno può farlo per me.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: