Cerca

Qui e allora?

Non esiste un uomo che non abbia bisogno di raccontarsi. Leggermente spaesato.

Categoria

territorio

Romagna style , il mio.

Storytelling di destinazione

Può essere un lavoro ? credo proprio di no, ma è divertente e se fa del bene perchè non farlo.

Su Gagarin prenderà il volo.

 

L’estate in Romagna è una cosa seria.  Possiamo tranquillamente dire che siamo stati i primi ad inventare il turismo di massa quando la parola massa era ancora da marketizzare (!)

Con questo spirito tutti gli anni ci avviciniamo all’estate con orecchie dritte, capelli tagliati bene, agenda Gagarin nel comodino, qualche messaggio di amici virtuali denominati oggi come influencer (che poi da noi si chiamano “viveur”) possiamo dire di essere pronti e protagonisti dell’estate. C’è un però che assieme ad un “ma” grammaticalmente sbagliato che rafforza un concetto che devo dire. La massa mi piaceva poco già prima (non sono consapevolmente un uomo di business) oggi mi muovo con una disciplina che definirei chirurgica.

Ed eccomi qui. Torno da chi mi fido, da chi sorride quando ti vede, che alza la temperatura del corpo anche solo stringendoti la mano, districandomi tra le luminose promesse,  le lucine in ogni dove e gli incredibili cocktails. L’estate in Romagna è una cosa seria, come la fiducia.

Confermo quindi la presenza alla prima serata di “a cena con qualcuno 2017”  una rassegna imperdibile che quest’anno sarà accolta al bagno Marabou a Marina di Ravenna tutti i mercoledì dal 14 Giugno a fine Agosto.

Parlavo di equilibrio e di chirurgia e Filiberto e Francesca del bagno Marabou ci aggiungono la follia e il coraggio oltre la cucina professionale, servizio ineccepibile oltre le dune si sabbia magicamente sopravvissute di marina di Ravenna.

Io c’ero. Fede’n Marlen erano incaricate a non deludere le aspettative della serata iniziale del calendario estivo 2017 e vi posso dire che a distanza di giorni, tutto è ancora molto chiaro nei mie ricordi. La memoria quando è sana è selettiva. Non somma bovinamente ma seleziona.

Tutto pronto in ordine di importanza. Sorrisi, tensione, sguardi, corde, piatti e amplificatori.

Napoli è una nazione e le ragazze sono li a dimostrarlo. Con una fragilità e una profondità che prende forma in ogni cosa che muovono. Dai sorrisi killer agli occhi chiusi fino alla pancia coperta ma scoperta che accompagna le onde della musica e dei mari che, stasera, più che mai, ci uniscono. Ci rivedremo, lo so e lo spero, contemporaneamente.

La nebbia della Romagna è annientata e il temporale a metà concerto è l’elemento elettrico in più di stasera. Tutti contenti, la cena, il vino, la musica, le parole, le persone, sono state bene tra di loro.

Un senso di vuoto finito tutto. Effetti collaterali della estate in Romagna.

consiglio di seguire gli appuntamenti qui i riferimenti e qui la musica che consiglio, per riavvolgere tutto.

14 giugno-30 agosto, Marina di Ravenna, Bagno Marabou, viale delle Nazioni 286, ore 20.30. Info: 0544 195 0554, marabou.it

una promo

siete davanti al pc, lo so . cliccate il video allegato sotto, per riavvolgere tutto.

 

 

Annunci

Mettersi in gioco

Ottimo articolo del quale consiglio la lettura.

Lectio Magistralis

Cosa vuol dire “mettersi in gioco” davvero in una scena sociale caratterizzata dall’idea (o dall’ideologia) della competizione? Il gioco non è riducibile alla competizione, anzi potrebbe essere una contromanovra rispetto a questo imperativo sociale: non c’è gioco senza il piacere di giocare, non c’è vero gioco senza la capacità di far fronte al caso, e saper giocare significa attraversare il rischio e la perdita. In senso filosofico, il gioco dovrebbe essere un’esperienza di attenuazione dell’egoismo individualistico e della pretesa di possedere la verità, poiché non c’è vero gioco che non sia anche un saper essere giocati, una capacità di “mettere in gioco” la propria soggettività. Non a caso, nelle pratiche prevalenti dell’insegnare e dell’imparare nella scuola italiana il gioco è assente.

http://www.vicinolontano.it/eventi/mettersi-gioco/

 

Veloce come il vento

Vacca Boia, che film.

Impossibile non parlarne. Veloce come il vento è un grande film. Una storia vera, una vita vissuta, raccolta nei bar di una Emilia Romagna che macina esse e motori, officine, gli anni 80 e le sue debolezze. Bobby, soprannominato “la cinghia” mi ricordo, arrivava al bar sgommando con tutto quello che aveva. Una energia contagiosa e pericolosa come le curve prese a tutto gas. Ecco…nel film ho riprovato quella adrenalina verso la corsa, sia per scappare che e per vincere un po’ come un qualsiasi rifugiato “poetico”.
vaccaboia (cit.)

 

 

Salvare il pianeta, da chi? dalla stupidità

12768316_841001179359069_3581103909341948681_o

The most interesting supermarket in the world “WEFOOD

Chiaro che svegliarsi la mattina e leggere che una tua idea sulla quali lavori da mesi  è citata pari pari in un articolo sul Washington post e sul Guardian fa ben sperare.

Certo sono diversi i bisogni e la mentalità della Danimarca, ma sicuramente ci possono essere spunti interessanti sui quali riflettere. Io intanto ci vedo i sorrisi delle persone.  Non dimentichiamoci che il lavoro  è nobile se utile, diversamente è sfruttamento.

11986914_1655314738058495_4578434344205518785_n

Dalla loro pagina Facebook  esempio di comunicazione con traduzione by google . Il concetto è così semplice che si capisce ugualmente :

Ci sarà durante la festa di inaugurazione riuscire ad assaggiare le delizie dei campioni da wefoods gamma di prodotti. Per esempio, puoi verificare se puoi assaporare la differenza tra ” nuovo ” e ” vecchia ” caffè in Skovens Kaffe o ottenere spinto il tuo succo in Friskpresset. Potrete anche gustare RawBite pag, citrus da Fresh.Land e frutta italiana e grøntdelikatesser da italianbox se hai sete hai gusto frugtsodavand daSan Pellegrino Danmark, acqua di sorgente da føtex, frullati da Froosh o fairtradekaffe da Fairtrade By København

qualche foto di progetti di frutta “trasformata” e consumata:

succhi di frutta istantanei10397140_1550153405251357_2160863448443662597_o

 

 

Dal cellulare con urgenza.

La nebbia di Alfonsine (RA).

A volte per chi vive da queste parti è uno stato d’animo. Incredibile a dire ma ti può anche mancare.

 

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑

alemarcotti

io e la mia vita con la sclerosi multipla

Illuminazioni - Soluzioni - Guarigioni - Blog di Andrea Pangos

Tutto è già Illuminato - Risolto - Guarito

Memorabilia

Mille sono i modi di viaggiare, altrettanti quelli di raccontare.

Live music / ideas / network

Agenzia di produzione e promozione musicale, territoriale, sfacciatamente internazionale.

Nonprofit Blog di Elena Zanella

Il blog professionale per chi fa Fundraising in Italia.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: