Cerca

Qui e allora?

Antropologo in una epoca di passaggio. È vero che non sei responsabile di quello che sei, ma sei responsabile di quello che fai di ciò che sei.

Categoria

Uncategorized

disattenzione, poetica

Disattenzione (Wislawa Szymborska)
Ieri mi sono comportata male nel cosmo.
Ho passato tutto il giorno senza fare
domande,
senza stupirmi di niente.
Ho svolto attività quotidiane,
come se ciò fosse tutto il dovuto.
Inspirazione, espirazione, un passo dopo
l’altro, incombenze,
ma senza un pensiero che andasse più in là
dell’uscire di casa e del tornarmene a casa.
Il mondo avrebbe potuto essere preso per
un mondo folle,
e io l’ho preso solo per uso ordinario.
Nessun come e perché –
e da dove è saltato fuori uno così –
e a che gli servono tanti dettagli in movimento.
Ero come un chiodo piantato troppo in
superficie nel muro
(e qui un paragone che mi è mancato).
Uno dopo l’altro avvenivano cambiamenti
perfino nell’ambito ristretto d’un batter
d’occhio.
Su un tavolo più giovane da una mano d’un
giorno più giovane
il pane di ieri era tagliato diversamente.
Le nuvole erano come non mai e la pioggia
era come non mai,
poiché dopotutto cadeva con gocce diverse.
La terra girava intorno al proprio asse,
ma già in uno spazio lasciato per sempre.
E’ durato 24 ore buone.
1440 minuti di occasioni.
86.400 secondi in visione.
Il savoir-vivre cosmico,
benché taccia sul nostro conto,
tuttavia esige qualcosa da noi:
un po’ di attenzione, qualche frase di Pascal
e una partecipazione stupita a questo gioco
con regole ignote.
Spledida!!!
cari rifugiati.

In due parole

Lilith è il potere Universale.

Il suo sesso è una scuola di Mistero che porta al Sacro.
La sua emanazione stordisce, porta Caos interiore e poi rinascita.

Ma dovrai essere pronto a scontrarti col tuo Ego più occulto, per giungere tramite lei all’interezza divina.

Lei ripudia e condanna i falsi spirituali dell’intelletto e della ragione.
Lei trova la via nei suoi sogni e nei segreti del suo corpo.
Ha sangue sulle cosce e stelle nei lunghi capelli.

Volge i suoi grandi occhi verso l’interno
e usa la vista delle civette per vedere da dove viene. Non segue nessuna regola e autorità,
ma solo la sua vera Natura.

La sua voce è onesta ed il suo cuore indomito.
Non ha vergogna, la sua danza è selvaggia.
Lei stessa è la sua iniziazione.

Lei comprende la potenza di due corpi che si fondono e suo è l’insegnamento a ritrovare l’essenza primordiale.

Il suo corpo è un altare a cui inginocchiarsi e portare doni. Lei è la Madre e l’assassina.
Lei crea e nutre, uccide e distrugge.
Lei non è né bene né male, né entrambi.

Lei ama la purezza della Luce quanto l’antro più tetro, poiché entrambi la abitano, ma lei è nessuno dei due.
Lei è assolutamente inspiegabile per l’umana concezione.

Lei è ciclica, non ha senso, non cercarlo o impazziresti, puoi solo affidarti, perché lei è oltre gli opposti di questa esistenza relativa.

Lei non giunge per asciugarti le lacrime o consolarti, arriva quando sei pronto ad essere distrutto, spazzato via come un uragano,
totalmente rinnovato e pronto A VOLARE DAVVERO.

Perché lei è la forza creativa caotica incontrollata primordiale,
in orgasmo con la vita.

La vita è movimento

Muoviti sempre.
Il mantra dei pugili, dei bersagli, delle vele, delle bandiere e delle idee.

L’incoronazione | Charles Eisenstein

Poi qui c’è tutto quello che ci deve essere

L’incoronazione | Charles Eisenstein
— Leggi su charleseisenstein.org/essays/lincoronazione/

Cinque punti per trovare un senso

Una tragedia globale come questa può insegnare qualcosa a tutti noi, diventando l’inizio di un cambiamento radicale. Leggi
— Leggi su www.internazionale.it/opinione/annamaria-testa/2020/04/13/amp/cinque-punti-senso

Scrivi tu le tue poesie

Prima fase . Frequentare i maestri, i fossi, le distanze , le guance, le trasformazioni , l’inconscio la mattina . Le tue parole poi

Bisogna, alle cose,
lasciare la propria quieta, indisturbata evoluzione
che viene dal loro interno
e che da niente può essere forzata o accelerata.
Tutto è: portare a compimento la gestazione – e poi dare alla luce …

Maturare come un albero
che non forza i suoi succhi
e tranquillo se ne sta nelle tempeste
di primavera, e non teme che non possa arrivare l’estate.

Eccome se arriva!
Ma arriva soltanto per chi è paziente
e vive come se davanti avesse l’eternità,
spensierato, tranquillo e aperto …

Bisogna avere pazienza
verso le irresolutezze del cuore
e cercare di amare le domande stesse
come stanze chiuse a chiave e come libri
che sono scritti in una lingua che proprio non sappiamo.

Si tratta di vivere ogni cosa.
Quando si vivono le domande,
forse, piano piano, si finisce,
senza accorgersene,
col vivere dentro alle risposte
celate in un giorno che non sappiamo.

Rainer Maria Rilke, 1903

Chiamate telefoniche – 1 – Carmilla on line

Piero Cipriano – Questo scritto che ha per oggetto il virus, la storia inizia quando il virus ancora non era epidemico, ancora si poteva uscire di casa…
— Leggi su www.carmillaonline.com/2020/03/24/chiamate-telefoniche/

La bivaccofobìa – Jacobin Italia

La bivaccofobìa – Jacobin Italia
— Leggi su jacobinitalia.it/la-bivaccofobia/

NOTE EMOTIVE

Fare attenzione alle note emotive.

devono accadere, inciampandoci. Non possono essere programmate e vendute. Questo è il mio punto di vista.

Poi leggo e provo ad aggiungere.

Lettera di Jung a Miguel Serrano – Kusnacht , 31 Marzo 1960

🖋️ «L’azione esterna è completamente innecessaria dal momento che la mente è come una radio che trasmette e riceve, anche nella più totale solitudine, nell’isolamento più assoluto. Niente si perde.

Nel mondo delle masse che si sta imponendo, saranno necessarie più che mai individualità forti che lo polarizzino ed equilibrino la tensione.

«L’uomo in pace con se stesso, che accetta se stesso, dà il suo infinitesimale contributo al bene dell’universo. Ognuno presti cura e attenzione ai suoi conflitti interiori e personali e avrà ridotto di un milionesimo di milione la conflittualità del mondo.»
(C.G.Jung)

 

Blog su WordPress.com.

Su ↑

Disobbedienze: culture digitali e tecnologia

Antropologo in una epoca di passaggio. È vero che non sei responsabile di quello che sei, ma sei responsabile di quello che fai di ciò che sei.

IN BRODO

Nulla si butta tutto si trasforma. L'antica tecnica culinaria del brodo per riscoprire la relazione profonda tra il cibo le persone e il territorio.

Il Canto delle Muse

La cosa importante è di non smettere mai di interrogarsi. La curiosità esiste per ragioni proprie. Non si può fare a meno di provare riverenza quando si osservano i misteri dell'eternità, della vita, la meravigliosa struttura della realtà. Basta cercare ogni giorno di capire un po' il mistero. Non perdere mai una sacra curiosità. ( Albert Einstein )

DestinodiLux

"Una persona che non ha mai fallito è una persona che non ha mai tentato"

PAROLE LIBERE

lasciamo la paura delle parole per cambiare il mondo con i fatti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: